Assicurazione R.C. Professionale Unipol N. 65/81214027

News

Il titolare del diritto di abitazione su un bene immobile non può utilizzare questo per scopi diversi dall’abitazione diretta sua e dei suoi familiari.

Il limite sancito dall’articolo 1022 c.c., riguardo ai bisogni del titolare del diritto di abitazione e della sua famiglia, deve essere inteso come divieto di utilizzo della casa in altro modo che per l’abitazione diretta dell’habitator e dei suoi familiari. È dunque esente da censure la statuizione che abbia ravvisato nella destinazione dell’immobile a sede di società commerciali ulteriori elementi di conferma circa il mancato esercizio in concreto del diritto di abitazione. Così ha stabilito la Corte di cassazione civile, Sez. II, con l’ordinanza n. 6663 del 13.03.2024.

 

Scegli di farti assistere da Noi.

Contatta lo Studio Legale
Anna Maienza & Associati

Compila il Form per essere ricontattato

    Chiama Subito