Assicurazione R.C. Professionale Unipol N. 65/81214027

News

Il lavoratore può esigere l’accertamento dell’illegittimità della destinazione ad altre mansioni e il reintegro anche dopo l’estinzione del rapporto lavorativo.

In tema di dequalificazione professionale, ove il lavoratore richieda l’accertamento della illegittimità della destinazione ad altre mansioni e del diritto alla conservazione di quelle in precedenza svolte, costituendo il suddetto accertamento la premessa logica e giuridica per ulteriori domande di tipo risarcitorio, l’interesse ad ottenere la pronunzia permane anche dopo l’estinzione del rapporto di lavoro, incidendo quest’ultimo evento soltanto sull’eventuale domanda di condanna alla reintegrazione nelle mansioni svolte in precedenza ma non sul diritto all’accertamento che tale obbligo sussisteva fino alla cessazione del rapporto. Così ha stabilito la Cassazione civile, Sez. lavoro, con l’ordinanza n. 1157 del 11/01/2024.

 

 

Scegli di farti assistere da Noi.

Contatta lo Studio Legale
Anna Maienza & Associati

Compila il Form per essere ricontattato

    Chiama Subito