Assicurazione R.C. Professionale Unipol N. 65/81214027

News

Il giudice può attribuire al marito un limitato diritto di abitazione sulla casa, ma solo nell’interesse dei minori: se c’è conflittualità tra i coniugi non è ammissibile.

Con l’ordinanza n. 26709/2017, la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di un marito, sancendo la legittimità della decisione presa prima dal Tribunale di primo grado e poi confermata dalla successiva Corte di Appello di Brescia. In queste pronunce era stata evidenziata la presenza di conflittualità tra gli ex coniugi e, per tale ragione, i magistrati hanno stabilito che la casa familiare non potesse essere assegnata, a titolo parziale, a favore di uno dei due. L’esistenza della conflittualità contrastava infatti con l’interesse dei minori, evidentemente frustrati e non avvantaggiati dalla presenza in casa di due genitori in costante scontro.

 

Scegli di farti assistere da Noi.

Contatta lo Studio Legale
Anna Maienza & Associati

Compila il Form per essere ricontattato

    Chiama Subito