Assicurazione R.C. Professionale Unipol N. 65/81214027

News

Successione – Tutela e Curatela

L’amministratore di sostegno può raccogliere le volontà testamentarie del paziente affetto da SLA (sclerosi laterale amiotrofica) dotato di comunicatore oculare ed espresse con tale strumento, riportarle in forma scritta su atto formale sottoscritto, ex art. 409, comma primo, c.c., in nome e per conto del beneficiario, con i poteri di rappresentanza sostitutiva. In tal modo operando l’amministratore diventerà strumento del beneficiario per confezionare un valido testamento olografo. D’altronde, l’art. 591, comma primo, n. 2), c.c. esclude la capacità di testare per gli interdetti ma non anche per i beneficiari dell’amministrazione di sostegno.
Il paziente affetto da sclerosi laterale amiotrofica gode del diritto a comunicare le sue volontà, nonché del diritto a che le stesse siano rese effettive, nel senso che, in caso di impossibilità di accesso alle forme previste dalla Legge per beneficiarie di taluni diritti, siano introdotte misure per evitare l’impasse e, quindi, la discriminazione in base alla malattia.

 

Scegli di farti assistere da Noi.

Contatta lo Studio Legale
Anna Maienza & Associati

Compila il Form per essere ricontattato

    Chiama Subito